Manifestare

Manifestare

Ciao cara mamma che stai per svenire a letto. Che non hai capito bene cosa hai fatto oggi ma sei sicura di aver fatto qualcosa di molto impegnativo visto che le palpebre ti si incollano in maniera inspiegabile, un po’ come la colla vinilica ti…

Il meglio deve ancora venire

Il meglio deve ancora venire

La mamma Alfa è quella che partorisce direttamente nel talamo nuziale e il suo dolore lo racconta come un sogno, come una grazia. La mamma Omega è quella che partorisce insieme al figlio la certezza che non lo farà mai più. La mamma Alfa è…

Fedeli a se stessi

Fedeli a se stessi

Che poi caro castagno ammettilo: qualche domanda te la sei fatta anche tu! Tipo quando il ciliegio lì di fianco a te aveva tutti quei frutti rossi e tu niente. Che ti chiedevi: “ma come mai?” Dentro quel tempo di fine primavera in cui ci…

Cosa stai raccogliendo?

Cosa stai raccogliendo?

Io a raccogliere le castagne sono velocissima.Solo che poi non c’è volta che non scivolo, cado, e si rovescia il secchio. E in quel momento lì, precisamente quando il secchio rotola verso la scarpata, giù in fondo, quando non lo vedo neanche più perché per…

La pecora è con la Giordy

La pecora è con la Giordy

⛔️Attenzione: questo post potrebbe risultare offensivo e/o lesivo per l’interpretazione iconica di fatti realmente accaduti. Si suggerisce di non proseguire la lettura ai soggetti particolarmente sensibili. BUM⛔️ 🐑🌲 “La pecora è nel bosco BUM 🎶. Dai dammela qui” “Finisco di allattare e te la do,…

Osservare l’imprevedibilità

Osservare l’imprevedibilità

•Osservare• è uno tra i verbi più imprevedibili al mondo. Sarà che era la mia scuola, sarà che amo i viaggi a ritroso ancora più di quelli con la valigia, ma questa parete mi ha catapultato dentro al mondo di tanti anni fa. Quello della…

Che fretta c’era?

Che fretta c’era?

Mia mamma mi portava all’asilo con una Diana {Dyane} di un colore indefinibile, decisamente fuori dal bianco e tanto dentro al marrone smunto, ma bellissima. Aveva le ruote anche dentro. Dietro le vedevi quasi. Almeno io sono sicura di averle viste… Davanti un mangianastri che…

Classi da tRE

Classi da tRE

Un, due, tre, Stellaaa ⭐️⭐️⭐️ Pronti via! Qui si comincia così: in una scuola statale fatta di piccoli numeri. In una classe prima composta da tre bambini. Tre. Lo stesso numero di ingredienti del pane: acqua, farina, lievito. Un numero sobrio ma pulito: e io…

Primi giorni

Primi giorni

Io me lo ricordo bene il mio primo giorno di scuola. Con la cartella. Non lo zaino, la cartella con la patta. Rossa. Da portare stringendo il pugno per arrotolare meglio l’emozione. L’astuccio aveva una sola cerniera non tre. Che se la aprivi ci trovavi…