Tag: amore

Tutto questo è tuo

Tutto questo è tuo

Le ho preso la mano e le ho detto tutto questo è tuo. Eravamo davanti a una montagna di vestiti da lavare. Capito? Io penso che l’amore passi anche da lì: Dal •mi prendo cura di te• punto e renderla la certezza che muove il…

Di cosa significhi avere un fratello

Di cosa significhi avere un fratello

Di cosa significhi avere un fratello. Azzuffarsi per anni. Stendere veli pietosi per ricominciare sempre. Scoprirsi capaci di confronto e sospettare l’adozione. Confortarsi dentro il leitmotiv di cose che non cambiano e comunque ritornano. Volersi bene ma tradurlo con dinamiche diverse da quello che i…

Buona Vigilia, che vuol dire lasciare nascere

Buona Vigilia, che vuol dire lasciare nascere

Mio nonno, quello morbido, è morto la notte della Vigilia.

Io mi ricordo quando l’ho guardato. Che non avrei voluto, ma l’ho guardato. E l’ho visto tutto avvolto di ricordi belli. Che in un attimo ti rendi conto cosa sono i ricordi.

Sono quella cosa che non torna.
Ma sono anche quella cosa che c’è stata.

Da quella volta la Vigilia resta una festa che mi piace vivere dentro casa con tutta la mia grande famiglia, fatta di tanta abbondanza (raccontata tutta nel formato XXL del caro pentolone Nindo).

L’abbondanza di quello che conta.

Di confusione, risate, briciole tante, padelle, tegami, baccalà, i miei funghi, risotto, rape rosse, mandarini, arachidi. Di abbondanza che abbia quella personalità inconfondibile, che solo quando c’è può diventare ricordo.

Un ricordo morbido che non torna ma perché c’è stato.
Buona Vigilia
{che vuol dire lasciare nascere}
🎄🎄🎄🎄🎄

Riempirsi della prospettiva di uno sguardo

Riempirsi della prospettiva di uno sguardo

È bello scoprire che nella vita ci sono milioni di strade possibili. È ancora più bello però quando ti trovi a percorrere quella strada che ti fa dimenticare del fatto che possano esisterne altre milioni, perché quella su cui stai correndo è incorniciata coi tuoi…

Quelle cose che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano

Quelle cose che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano

Oggi ha compiuto gli anni la mia super Mamma. E pensando a dei regali mi sono trovata a ragionare a quanto lei abbia regalato a me. Nientemeno che la vita e tutto quello da lì in poi passa ed è passato… un po’ tutto, ecco.…

Per stimare il senso del rimanere

Per stimare il senso del rimanere

La stanchezza non può essere la misura di riferimento per stimare il proprio andare.
Cioè, non è perché a sera sei stanco che puoi sentirti pago, no.
È l’inganno sottile ordito da questa società efficientista che te lo fa presumere.
Il segreto sarebbe quello di •aggrapparsi• con entusiasmo alla convinzione contraria:

che se la stanchezza diventa un leitmotiv allora meglio ripensarlo un attimo il proprio andare.

E c’è comunque tanto di tanto prezioso dentro a questa parola •stanchezza• ed è l’invito che sottende (se si ha la grazia di coglierlo); quell’invito a guardare chi ti sta accanto per chiedergli: sei stanco? E dargli una carezza sulla spalla più vicina, per alleggerirla quella stanchezza anche solo riconoscendola.
Perché sì, è vero, la stanchezza non può essere la misura di riferimento per stimare il proprio andare.

Ma quando chi ti sta accanto ti accarezza una spalla e ti riconosce la stanchezza, allora diventa la misura per stimare il senso del rimanere.
Una misura lontana dall’efficientismo ma tanto vicina all’amore. .
✨✨✨✨✨

Che l’Amore è sempre quello…

Che l’Amore è sempre quello…

Un pezzettino di città e davanti questa immagine di colori perfettamente intrecciati. Un passaggio delle rotaie che rimanda a treni che sono passati ma anche a quelli che passeranno. A sinistra Lui. A destra Lei. E ho pensato di condividere una riflessione. Tra amiche, negli…

Come stai adesso?

Come stai adesso?

Io, sinceramente, non mi ci sono mai vista mamma. Ma proprio per niente. E se proprio ci provo a sforzarmi di pensarmi mamma prima di esserlo diventata non ci riesco lo stesso a vedermici. Prima dell’anno zero, intendo. Quello che segna lo spartiacque tra la…

Nascere quando il mondo rinasce

Nascere quando il mondo rinasce

Oggi, tre anni fa di oggi, sono entrata là dentro da sola. Ho spinto come una forsennata.

Poi sono uscita con te in braccio e ho guardato fuori dalla finestra per vedere se il mondo c’era ancora. Ma solo perché era bello guardare se c’era perché anche se non c’era più, in fondo, non me ne fregava proprio niente. Ero stretta in un abbraccio con la VITA. E sai cosa? Il mondo c’era ancora e stava nascendo pure lui. Sarà sempre così ogni anno che festeggerai questo giorno

•perché tu sei nato mentre il mondo rinasce•
E io con te ogni volta ❤️
#tamo #mylittleangel #buoncompleannoanoi

La licenza di intercedere

La licenza di intercedere

Si può amare incondizionatamente un paesaggio. Quello sì. Mica ti viene in mente di pretendere nulla da un paesaggio. Lo ami e punto! È un amore che ti prende e tu l’ascolti, pace. Ma amare incondizionatamente un essere umano è diverso. È difficile. Ti scappa…