Tag: Donne

La pecora è con la Giordy

La pecora è con la Giordy

⛔️Attenzione: questo post potrebbe risultare offensivo e/o lesivo per l’interpretazione iconica di fatti realmente accaduti. Si suggerisce di non proseguire la lettura ai soggetti particolarmente sensibili. BUM⛔️ 🐑🌲 “La pecora è nel bosco BUM 🎶. Dai dammela qui” “Finisco di allattare e te la do,…

Sulle carezze da fare anche ai Sogni

Sulle carezze da fare anche ai Sogni

Credo che questa storia faccia bene a molti, a molte. A me ha fatto bene, ecco. Fa bene perché non racconta di improvvisazione e polvere, ma di competenza e pietre preziose. Ma soprattutto fa bene perché conforta: rivela che un sogno è fatto sì di…

Desiderio è percezione dell’assenza

Desiderio è percezione dell’assenza

E poi Dicembre è fatto di luci.

Quelle che si appendono ovunque ad illuminare gli angoli, le strade, le vetrine, è fatto di desideri da inventare.

Ma oggi è fatto anche di una luce appesa che illumina dove vuole lei. E nasconde le stelle. Una luce appesa che viene a raccontare che desiderare è etimologicamente avvertire la mancanza delle stelle, percepire l’assenza di qualcosa di meraviglioso e quindi scoprirne il bisogno.

La Luna stasera racconta una favola meravigliosa:

che il desiderio arriva con la percezione dell’assenza, e germoglia dal bisogno di contraccambiarle pienezza.
🌕🌕🌕🌕🌕

Quelle cose che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano

Quelle cose che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano

Oggi ha compiuto gli anni la mia super Mamma. E pensando a dei regali mi sono trovata a ragionare a quanto lei abbia regalato a me. Nientemeno che la vita e tutto quello da lì in poi passa ed è passato… un po’ tutto, ecco.…

Basterebbe mettersi in ascolto, a volte…

Basterebbe mettersi in ascolto, a volte…

Così: ho avuto una capretta al guinzaglio. Non che ce l’avesse sempre, macchè! Ce l’aveva ogni tanto. Mi serviva per non perderla. Perché l’idea di perderla mi spaventava parecchio. E il guinzaglio mi è servito nel tempo necessario ad addomesticarla all’idea che starmi vicino non…

Osservare l’imprevedibilità

Osservare l’imprevedibilità

•Osservare• è uno tra i verbi più imprevedibili al mondo. Sarà che era la mia scuola, sarà che amo i viaggi a ritroso ancora più di quelli con la valigia, ma questa parete mi ha catapultato dentro al mondo di tanti anni fa. Quello della…

La storia di fare la Mamma è diversa

La storia di fare la Mamma è diversa

La storia di fare la mamma è diversa. Perché uno, ad esempio, dice: ciao, faccio l’infermiera. Uno dice ciao faccio la parrucchiera. Ciao faccio la fiorista. Prima impara, prende il titolo di studio, e poi fa. Invece qui è diverso: ciao faccio la mamma. Cominci…

È primavera.

È primavera.

È successo ancora. È primavera. Vuol dire che si possono cominciare a seminare tantissime cose. Le zucchine ad esempio, o le bietole. Ma anche i sogni.
E non occorre essere ribelli per sognare, è vero. Ma occorre essere un tantino ribelli per seminarlo davvero quel sogno. E ancora un pochino di più per tornare a guardare se davvero sta crescendo, e per prendersene cura ogni giorno, come per le bietole e le zucchine. Bisogna essere ribelli perché il mondo ti ripeterà che i sogni sono solo per i bambini.
Occorre solo ricordarsi che quando si sceglie di gettare il seme della zucchina è inappropriato aspettarsi che cresca una carota.
Quindi dove hai buttato il seme del sogno ricordati di metterci un biglietto legandolo bene a un bastoncino (che il vento non se lo porti via), e scrivici sopra, a lettere cubitali, queste parole:

✨”se puoi sognarlo puoi farlo”✨
{quelle di Walt Disney}. .
Perciò #segnacarafiglia – progetta bene i tuoi sogni e getta i semi giusti, che è successo ancora: le cose nascono, germogliano e sbocciano. E nella peggiore delle ipotesi non nascerà nulla, ma potrai comunque ritentare gettando semi nuovi.

•Perché la cosa bella è che succederà ancora, ed già successo ancora, come oggi: è primavera •

Festa della Donna

Festa della Donna

Il tentativo di omologazione per me uccide. Sempre. Perché ogni essere racchiude differenze preziose. Da convertire, ognuno secondo i propri talenti, in risorse da condividere per arricchire il mondo. Ecco perché aborro ogni forma di tentativo volto all’omologazione, compreso la battaglia spesa per dimostrare che…