Tag: esercizi

Avvento. Raccontati sempre

Avvento. Raccontati sempre

4 di 25 Di questi giorni mi piace mangiare i pistacchi. Se mi devo raccontare bisogna che cominci da loro che della mia infanzia sono stati i protagonisti.Io sono quella che ha giocato centomila partite a Monopoli con il cugino #LucaRino (a destra, ndr) e che le 

Avvento. The quiet winter

Avvento. The quiet winter

3 di 25 Se penso alla quiete io ci arrivo solo Lontanamente vicino, per indole.Che se dovessi somigliare a qualcosa allora mi vedrei bene come l’acqua di un torrente così. Quella che la guardi e pare pure beata e calma, ma lavora incessantemente e si 

Avvento. Vivo di particolari

Avvento. Vivo di particolari

2 di 25 A concentrarsi meglio a pensare ai doni. Non quelli da ricevere al termine di questo Avvento, no.Quelli già ricevuti. Quelli che sono ancora da scartare, spesso, che sono stati dimenticati chissà dove. •Dentro• I propri doni, quei talenti speciali che abbiamo tutti.Che 

Avvento. Poesia qui

Avvento. Poesia qui

1 di 25 Sono sempre loro, i colori, anche nel grigio della pioggia.Ma si erano confusi, mescolati.Sono sempre loro, i colori, anche nell’arcobaleno.Quando però, invece che confondersi, si erano stretti vicini in un abbraccio.E allora li riconosci uno a uno. È bello. Distinguere il biscotto 

Cosa stai raccogliendo?

Cosa stai raccogliendo?

Io a raccogliere le castagne sono velocissima.Solo che poi non c’è volta che non scivolo, cado, e si rovescia il secchio. E in quel momento lì, precisamente quando il secchio rotola verso la scarpata, giù in fondo, quando non lo vedo neanche più perché per 

Lasciarsi raccogliere

Lasciarsi raccogliere

A volte serve anche questo: •Lasciarsi raccogliere• ❤️ Che gli si dà importanza alle cose che si raccolgono: si inarca la schiena, ci si piega, le si prende su e si trova un posto dove metterle. Lasciarsi raccogliere è decidere di abbassare le barriere per 

La Befana e l’imperfezione che si fa incanto

La Befana e l’imperfezione che si fa incanto

Ci sono anche le mele raccolte dall’albero, quelle perfette. Ma ci sono anche le mele rotolate a terra, quelle tutte ammaccate.Quelle che si sono lasciate andare, che hanno mollato la presa. Che sulla buccia raccontano i segni dell’atterraggio. Del movimento.La perfezione, invece, spesso è il 

Riempirsi della prospettiva di uno sguardo

Riempirsi della prospettiva di uno sguardo

È bello scoprire che nella vita ci sono milioni di strade possibili. È ancora più bello però quando ti trovi a percorrere quella strada che ti fa dimenticare del fatto che possano esisterne altre milioni, perché quella su cui stai correndo è incorniciata coi tuoi 

Con indosso gli occhi di un bambino

Con indosso gli occhi di un bambino

E poi Dicembre è il mese di Babbo Natale, dei folletti. Di tutte quelle cose che non le hai mai viste. E diciamocelo, spesso un modo facile per crederci davvero, resta vedere.Ma tu la vedi la fame? La vedi la sete? La vedi la stanchezza? 

Basterebbe mettersi in ascolto, a volte…

Basterebbe mettersi in ascolto, a volte…

Così: ho avuto una capretta al guinzaglio. Non che ce l’avesse sempre, macchè!Ce l’aveva ogni tanto. Mi serviva per non perderla. Perché l’idea di perderla mi spaventava parecchio. E il guinzaglio mi è servito nel tempo necessario ad addomesticarla all’idea che starmi vicino non fosse