Tag: maternità

Io e la mia vita a pois.

Io e la mia vita a pois.

Che i pois sono i puntini da ricongiungere pazientemente alla sera quando voglio “trovare un senso a questa storia, anche se questa storia un senso non ce l’ha” Che i pois sono quelli che compaiono sul volto dei miei cari vicini, nonché pure parenti stretti,…

Sulle carezze da fare anche ai Sogni

Sulle carezze da fare anche ai Sogni

Credo che questa storia faccia bene a molti, a molte. A me ha fatto bene, ecco. Fa bene perché non racconta di improvvisazione e polvere, ma di competenza e pietre preziose. Ma soprattutto fa bene perché conforta: rivela che un sogno è fatto sì di…

Quelle cose che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano

Quelle cose che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano

Oggi ha compiuto gli anni la mia super Mamma.
E pensando a dei regali mi sono trovata a ragionare a quanto lei abbia regalato a me.

Nientemeno che la vita e tutto quello da lì in poi passa ed è passato… un po’ tutto, ecco.
Che se mi impegno e ci penso, ora come mai, comprendo l’immenso che sta dietro a questo tutto.
E quello che in fondo mi riempie di più il cuore è pensare a quei gesti silenziosi, che non si avvertono, che non si ricordano. Ma che hanno composto tutta la sinfonia dei giorni, tanti:

  • Quelli fatti di sera tardi a confezionare le merende per la scuola,
  • quelli fatti di mattino presto a cambiare pannolini,
  • quelli fatti di pomeriggi tardi a fare spesa per preparare milioni di pranzi e cene,
  • quelli fatti di notte fonda alle veglie delle prime coliche, ai virus gastrointestinali, alle serate in discoteca finché qualcuno non torna,
  • quelli fatti di coraggio da inventarsi per diffonderlo, di silenzio forzato per ascoltare, di giornate tristi da imbellettare comunque.

Quelle cose, insomma, che non si ricordano ma che nemmeno si dimenticano.
E si raccontano ancora su quelle spalle che, proprio come allora, ancora oggi mi alleggeriscono i passi dentro ai giorni {anche senza marsupio}
✨✨✨✨✨
Oggi ha compiuto gli anni la mia super Mamma.
Quella che poi, in fondo, mi ha insegnato davvero come dovrebbe essere la mamma che vorrei essere.
✨✨✨✨✨

Osservare l’imprevedibilità

Osservare l’imprevedibilità

•Osservare• è uno tra i verbi più imprevedibili al mondo. Sarà che era la mia scuola, sarà che amo i viaggi a ritroso ancora più di quelli con la valigia, ma questa parete mi ha catapultato dentro al mondo di tanti anni fa. Quello della…

Come stai adesso?

Come stai adesso?

Io, sinceramente, non mi ci sono mai vista mamma. Ma proprio per niente. E se proprio ci provo a sforzarmi di pensarmi mamma prima di esserlo diventata non ci riesco lo stesso a vedermici. Prima dell’anno zero, intendo. Quello che segna lo spartiacque tra la me Me e la me Mamma.

Allora mi rendo conto che è davvero inutile sforzarsi di immaginarsi di essere quello che non si è, prima di diventarlo.

Continue reading Come stai adesso?

La storia di fare la Mamma è diversa

La storia di fare la Mamma è diversa

La storia di fare la mamma è diversa. Perché uno, ad esempio, dice: ciao, faccio l’infermiera. Uno dice ciao faccio la parrucchiera. Ciao faccio la fiorista. Prima impara, prende il titolo di studio, e poi fa. Invece qui è diverso: ciao faccio la mamma. Cominci…

Nascere quando il mondo rinasce

Nascere quando il mondo rinasce

Oggi, tre anni fa di oggi, sono entrata là dentro da sola. Ho spinto come una forsennata. Poi sono uscita con te in braccio e ho guardato fuori dalla finestra per vedere se il mondo c’era ancora. Ma solo perché era bello guardare se c’era…

Pulizie di Primavera

Pulizie di Primavera

Ecco! È il momento giusto, l’arrivo della primavera, per iniziare a fare delle pulizie serie. Grosse.
Comincerei con le certezze. Sono quanto di più polveroso e stantio che si tende ad accumulare. Specialmente con lo scorrere del tempo…

Continue reading Pulizie di Primavera

E se i bimbi fossero semplicemente bimbi…

E se i bimbi fossero semplicemente bimbi…

Solo per condividere un punto di vista. Una posizione, come abitualmente, un po’ fuori dal coro. Che poi… diciamocelo: non necessariamente la propria vocazione corrisponde a quella del cantore. Sicché mi consolo. E condivido questo canto un po’ solista per voce poco complementare.