La licenza di intercedere

La licenza di intercedere

Si può amare incondizionatamente un paesaggio. Quello sì. Mica ti viene in mente di pretendere nulla da un paesaggio.

Lo ami e punto! È un amore che ti prende e tu l’ascolti, pace. Ma amare incondizionatamente un essere umano è diverso. È difficile. Ti scappa di pretendere.

Come se l’amare qualcuno ti restituisca automaticamente la licenza di intercedere. Si pretende sempre qualcosa: anche solo il fatto che le persone che si amano siano felici.

Ci proverò, promesso, a lasciarvi la libertà di essere anche sconsolati e tristi.

E proverò a ricordarmi, per riuscirci, di tutte le volte che vi ho osservati intrisi di gioia alla scoperta del mondo. Di quando è stato facile perché bastava contemplarvi ed era uno sguardo straordinario, uno sguardo così:
Che lo ami e punto.
{poi lo vedi, guarda mamma, sorride…}



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.